Blog

...

Servizi Lei Rosa

Donne oggi – Dedicato a Lei

 

08.03.2014 Nella giornata internazionale della donna, voluta per ricordare le conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne ma anche le discriminazioni e le violenze cui esse sono ancora fatte oggetto in molte parti del mondo, qualche riflessione dal team di SkinDeep. Una rubrica in più appuntamenti per riflettere su un argomento tanto delicato e così tanto attuale.

otto marzo

Le iniziative “in rosa” sono sempre più numerose e spaziano dall’ambito “fun” – si vedano le varie maratone, i viaggi al femminile etc – alle tematiche in ambito salute – gli ospedali amici, il numero contro la violenza etc.

E quindi la domanda è: sono davvero iniziative utili oppure no?

Utili oppure no, la vera questione riguarda i presupposti alla base di queste iniziative.

Che uomini e donne siano diversi è un dato di fatto biologico… Non si discute!

Che uomini e donne siano diversi in vista dei diversi ruoli di genere culturalmente attribuiti e tuttora in auge, è un altro paio di maniche…

Eppure questa distinzione, che a prima vista sembrerebbe banale e da tutti condivisa, appare la chiave per comprendere le differenti tipologie di “iniziative in rosa”: quelle a  tutela di una supposta fragilità e quelle a tutela di una supposta incapacità.

Un esempio? I parcheggi al femminile.

Infatti, tra i parcheggi “solo per lei” possiamo individuare una perfetta rappresentazione di questa “sottile” differenza:

  1. i parcheggi dedicati, nei silos o nei centri commerciali, in prossimità delle entrate o della sorveglianza, costituiscono – che ci piaccia o meno – un buon esempio di supposta fragilità da tutelare;
  2. i parcheggi dedicati, perché di dimensioni maggiori costituiscono invece un cattivo esempio di supposta (e neanche troppo) incapacità.

Certo, è evidente che una società in cui si debbano creare dei parcheggi vicino alla vigilanza contiene in sé un grosso problema di fondo. È evidente che non dovrebbe sussistere la necessità di creare dei parcheggi “protetti”, o associazioni anti-violenza come non essere d’accordo?

Eppure, resta il fatto che mentre lottiamo per il mondo che vogliamo dobbiamo confrontarci con il mondo che, invece, abbiamo.

Leggi l’intervista di Alessia Lucchese alla dott.ssa Alice Natoli

About the Author

Alice NatoliLa dott.ssa Alice Natoli è Psicologa e Psicoterapeuta. Si occupa dei principali disturbi dell'umore, dei disturbi d'ansia e della personalità. Perfezionata in Psicologia Forense, effettua valutazioni psicodiagnostiche, valutazioni neuropsicologiche e consulenze tecniche di parte.View all posts by Alice Natoli →

Lascia un commento

Hai bisogno di consulenza medico-legale, ti stai separando, il tuo bambino ha problemi a scuola? Skindeep risponde.

CONTATTACI SUBITO!