Blog

A volte l’unico modo per rimanere sani di mente è diventare un po’ pazzi.

Cinema SkinDeep

“Ragazze interrotte” e il Disturbo Borderline di Personalità

Ragazze interrotte” è un film diretto da James Mangold, interpretato da Winona Ryder, Angelina Jolie, Clea Duvall, Brittany Murphy, Elisabeth Moss. È tratto dal diario di Susanna Kaysen, La ragazza interrotta.

La Trama

Susanna Kaysen è una ragazza apparentemente come tante, con un rapporto turbolento con i genitori, piena di insicurezze e debolezze.

Tutto ha inizio una sera, quando, dopo aver preso diverse pastiglie per il mal di testa, decide – convinta e indotta anche dalla madre – di partecipare a una festa in cui, però, abusa di alcol, finendo per sentirsi male. È allora che i genitori, preoccupati, decidono di portarla da uno psichiatra, il quale la invia al Claymore Hospital, dove la ricoverano per tentato suicidio. A cui seguirà la diagnosi di Disturbo Borderline di Personalità, a cui, tuttavia, la madre reagisce con disappunto per avere una figlia “matta”.

Qui, comunque, incontrerà le sue future compagne “di avventura”: Lisa, Daisy, Polly, Georgina e Janet.

Tra tutte, Susanna stringe un forte rapporto di amicizia con Lisa (Angelina Jolie), la quale, una sera, organizza insieme alle altre ragazze un’incursione nell’ufficio di una psicologa che lavora in ospedale, ed è lì che ognuna troverà e leggerà la propria cartella clinica.

Successivamente, decidono e organizzano di fuggire dall’istituto, ma, a seguito di eventi inaspettati, Susanna, a differenza di Lisa, deciderà di tornare al Claymore Hospital.

Nel suo viaggio Susanna imparerà ad accettare il fatto di soffrire di disturbi psicologici, comincerà a parlarne e a scrivere sul proprio diario le emozioni e i sentimenti provati, riuscirà a conoscere se stessa e ad affrontare più serenamente la propria vita.

 

Da guardare perché

Questo film è molto interessante perché ci dà modo di vedere relazionarsi tra loro diverse tipologie di disturbi psicologici: il Disturbo Antisociale di Personalità (Lisa), la Sindrome di Pinocchio (Georgina), il Disturbo Borderline di Personalità (Susanna), l’autolesionismo (Daisy), nonché i Disturbi del comportamento alimentare, tra cui l’anoressia (Jane).

Il Disturbo Borderline di Personalità

Durante il film si può scorgere come, nel susseguirsi delle scene, la protagonista di “Ragazze interrotte”, Susanna Kaysen, presenti tutta una serie di manifestazioni, tra cui, sessualità promiscua, instabilità relazionale ed emotiva, vissuti di rabbia, ecc., perfettamente ascrivibili a un quadro di Disturbo Borderline di Personalità (DBP), il quale, nello specifico, si presenta come un disturbo delle aree affettivo, cognitivo e comportamentale.

Le caratteristiche essenziali di questo disturbo sono una modalità pervasiva di instabilità delle relazioni interpersonali, dell’immagine di sé e dell’umore e una marcata impulsività.

 

Alla fine del film, Susanna sembra aver migliorato le capacità di individuare e intervenire sugli stati problematici anche grazie all’esperienza relazionale avuta con le altre ragazze.

A volte l’unico modo per rimanere sani di mente è diventare un po’ pazzi.

Acquista il film!

Acquista il libro!

About the Author

Elena PariseLa dott.ssa Elena Parise, Psicologa e specializzanda in Psicoterapia Cognitiva presso la Scuola "Studi Cognitivi" di Milano, si occupa di supporto psicologico rivolto a bambini ed adolescenti. Effettua inoltre consulenze per il supporto alla genitorialità.View all posts by Elena Parise →

Lascia un commento

Hai bisogno di consulenza medico-legale, ti stai separando, il tuo bambino ha problemi a scuola? Skindeep risponde.

CONTATTACI SUBITO!